Voto elettronico e blockchain: Calabria terra di innovazione tecnologica

Voto elettronico e blockchain: Calabria terra di innovazione tecnologica

Voto elettronico e blockchain: Calabria terra di innovazione tecnologica

Voto elettronico e blockchain: Calabria terra di innovazione tecnologica

23/08/2018

Sabato 18 agosto, il comune di Polistena è diventato teatro dell’innovazione tecnologica grazie all’evento “Generazioni digitali, partecipazione informatica e blockchain”, organizzato dall’amministrazione comunale in collaborazione con Internet & Idee.

Il dibattito, portato avanti dal team di I&I, ha illustrato le potenzialità offerte da una piattaforma di voto elettronico altamente innovativa basata su blockchain. Questa tipologia di architettura, che molti definiscono la nuova generazione di Internet, è basata su un sistema concatenato di blocchi, ognuno dei quali contenenti un archivio digitale di informazioni condiviso da ogni nodo del sistema.

Una piattaforma basata su blockchain si presta a diversi utilizzi, primo fra tutti quello della gestione di transazioni monetarie basate su bitcoin e criptovalute. A tal proposito, in occasione dell’evento sono state discusse le sue potenzialità nella consultazione e certificazione di documenti ufficiali, quali ad esempio il voto elettronico.

Grazie a questo meccanismo di gestione dei dati, è stato illustrato come la piattaforma possa garantire l’integrità e la trasparenza del voto, così come l’anonimato del votante. Facendo un parallelismo tra reale e digitale si può affermare che i nodi siano come dei seggi elettorali, ognuno dei quali possiede la copia esatta di tutte le schede dell’intera rete. Ciò garantisce la totale trasparenza delle informazioni e dei risultati elettorali, che sono registrati in archivi digitali condivisi da tutti e non soggetti al controllo di un’autorità centrale, come può essere lo stato.

Uno dei maggiori punti di forza di questa piattaforma, tuttavia, è la sicurezza contro i brogli. Le informazioni, ed in questo caso le schede elettorali, non possono essere boicottate e alterate, poiché, se si tentasse di manomettere una scheda, il risultato di quel singolo seggio sarebbe invalidato dalla verifica degli altri seggi che riportano un voto differente.

L’utilizzo della blockchain in ambito elettorale non può che aprire le porte ad una nuova frontiera della democrazia. Una rivoluzione digitale che potrà garantire la totale sicurezza delle informazioni e del voto elettronico, dando a tutti la possibilità di verificare la validità dei risultati e dell’intera “catena” elettorale.